14 Febbraio 2020 – ore 21.00

testo e regia Massimiliano Cividati
con Massimiliano Cividati
Gennaro Scarpato, percussioni
Andrea Zani, pianoforte
assistete alla regia e organizzazione: Raffaella Bonivento
produzione: Aia Taumastica in collaborazione con Teatro della Tosse di Genova e Museo Nazionale dell’Antartide Felice Ippolito

Ghiaccio è la storia di come anche gli eroi possano fallire ma essere accolti in patria come dei vincitori, perché hanno osato. La conquista del Polo Sud. Un viaggio in un seminferno bianco circondato da un gigantesco interminabile puzzle di ghiaccio e abitato da una natura impossibile e dai demoni della depressione. Sir Ernest Shackleton e i  27 membri del suo equipaggio nei 22 mesi trascorsi prigionieri dei ghiacci ci hanno fatto giungere attraverso i propri diari le foto e le riprese un’avvincente testimonianza dell’ultima esplorazione dell’età eroica. La conquista del Polo è una sfida alla forza di gravità, l’inseguimento di un’utopia di leggerezza, la fuga dal peso del vivere: una lotta all’entropia. E così attraverso le gesta di questi antieroi partiremo da situazioni verosimili per sviluppare conseguenze improbabili. Insieme a Shackleton e ai suoi, scopriremo che anche fallendo l’apparente obbiettivo principale si possono produrre effetti collaterali tanto più preziosi quanto imprevisti.